Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 novembre 2011 5 04 /11 /novembre /2011 17:13

http://cdn.blogosfere.it/ueb/images/sbadiglio-thumb.jpg

 

Tradizionalmente associato alla noia o alla stanchezza, lo sbadiglio sembra, invece, rappresentare un comportamento utile per uno scopo ben preciso.

 A partire dalla differenza relativa alla frequenza dello sbadigliare tra stagione estiva ed autunnale, alcuni ricercatori del dipartimento di Ecologia e Biologia evolutiva della Princeton University hanno cercato di indagare i meccanismi alla base di questo atto.

Lo studio in questione avrebbe coinvolto 160 persone, di cui 80 analizzate durante l'inverno e 80 durante il periodo estivo; l'ipotesi della funzione di termoregolazione corporea assolta dall'atto dello sbadigliare sarebbe stata comprovata dalla diversa frequenza di sbadigli rilevati tra il campione 'invernale' e quello 'estivo'.

In estate, infatti, il numero di sbadigli risultava essere significativamente inferiore a quello osservato nell'altro campione poiché sembra non essere necessario l'effetto refrigerante dello sbadiglio data l'elevata temperatura esterna.

Quindi, mentre in estate inalare aria calda avrebbe effetti poco utili, se non deleteri, alla refrigerazione del cervello (ragion per cui lo sbadiglio tenderebbe ad essere inibito), in inverno lo scambio termico tra interno ed esterno attraverso lo sbadiglio favorirebbe la regolazione della temperatura del cervello, evitandone il surriscaldamento.

Condividi post

Repost 0
Published by blogdituttounpo - in curiosità
scrivi un commento

commenti

Mara mencarelli 11/04/2011 19:26


Questa proprio mi mancava :-)


blogdituttounpo 11/05/2011 12:51



eheh :) devo dire che però anche la noia e la stanchezza sono 'istigatori' dello sbadiglio! :)